Libera Accademia del Teatro e Vox Cordis
Testo e regia Uberto Kovacevich
Musiche Lorenzo Donati
Con Gianni Bruschi, Leonardo Bruschi,
Samuele Boncompagni, Uberto Kovacevich,
Riccardo Valeriani

in collaborazione con 40ª Mostra Mercato
dell’Artigianato della Valtiberina Toscana

 

La storia di Federico Bobini detto Gnicche, brigante nato ad Arezzo nel 1845 e morto a soli 26 anni, è molto conosciuta nella versione in ottava rima del Fantoni. La scrittura di Uberto Kovacevich è assolutamente originale. Propone la storia del brigante in una modalità romanzata e accattivante, rispettando sia la tradizione folcloristica che ha tramandato la figura quasi mitizzata di un brigante gentiluomo “che ruba ai ricchi per dare ai poveri”, sia i dati storici che ci raccontano di scorribande, ruberie ed omicidi. In piena tradizione della commedia musicale italiana, si alternano canzoni a voce sola, corali e scene teatrali, il tutto in funzione del racconto della storia del brigante Gnicche

Condividi

gnicche-brigante-gentiluomo-teatro-di-anghiari

Nessun commento

Cosa aspetti!! Lascia per primo un commento.

Scrivi un Commento